CODICE MECCANOGRAFICO: boic833002 - TEL.: +39 051 6630611 - FAX: 051 6633468 - MAIL: boic833002@istruzione.it - PEC: boic833002@pec.istruzione.it - C.F. : 91200110376 CODICE UNIVOCO PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA: UF28K8

Attività didattiche scuola primaria “Giovanni Falcone”

  • Iniziative in occasione della XXII° Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle Vittime di Mafia

Oggi 25 marzo 2016  in occasione della XXII° Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle Vittime di Mafia, il  nostro Istituto Comprensivo e l’Amministrazione Comunale di Argelato hanno voluto ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Davanti alle scuole primarie dell’istituto, che prendono il nome proprio dai due grandi magistrati, la sindaco Claudia Muzic, la Dirigente Scolastica M.R. Borghi, i bambini, gli insegnanti e le famiglie, si sono riuniti in mattinata per celebrarne il ricordo attraverso canti, striscioni e lavori didattici dedicati.

Grande è stata la partecipazione per una manifestazione molto sentita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

  • L’albero che diceva sempre di no

Lavoro della classe II A della scuola primaria “G. Falcone” di Funo di Argelato (Bo) realizzato nelle ore di Religione Cattolica e Attività alternativa insieme alle maestre Daniela Mazzoni e Rosalinda Ierardi nell’a.s. 2016/2017.
“L’albero che diceva sempre no” è la storia di un albero sgarbato e un po’ vanitoso che non vuole aprirsi all’accoglienza e condividere la sua ombra con gli altri amici del bosco.
Il racconto ci ha permesso di riflettere sul tema della gentilezza verso gli altri,
del rispetto di ognuno e dell’aprirsi alla condivisione dei propri doni. Alla fine l’albero capisce e diventa l’albero più accogliente del bosco.
Attraverso la narrazione, la drammatizzazione, il canto e l’illustrazione delle scene
abbiamo riflettuto e fatto nuove scoperte, e abbiamo realizzato un cartellone delle parole gentili che illustra l’esperienza: “L’albero della gentilezza e del rispetto”.
Liberamente ispirato a “L’albero che diceva sempre di no” di Mariolina Gamba.
“Musica dagli alberi” di Andrea Lama è stata inserita per gentile concessione dell’autore.

 

  • Festa di Natale 2016

Si è tenuta lunedì 19 dicembre dalle ore 17.00 la festa di Natale della Scuola Primaria “Giovanni Falcone” di Funo presso il PalaFuno, dove i genitori della scuola hanno allestito tanti banchetti per la vendita di biscotti e oggetti artigianali fabbricati con cura da genitori, insegnanti ed ex alunni .Tutti i bambini della scuola hanno cantato insieme un’allegra canzone natalizia alla presenza del sindaco di Argelato Claudia Muzic, poi hanno assistito ad uno spettacolo di  giocoleria: “Giocolieri e giocologgi” ed infine partecipato alla sottoscrizione a premi realizzata con il contributo di tante ditte e aziende commerciali di Funo e dintorni, di un donatore anonimo e della famiglia Selleri del Conad di Funo, che si ringraziano sentitamente per la sempre generosa e preziosa collaborazione. Con il ricavato ci è stato possibile realizzare anche l’adozione a distanza di due bambini stranieri che saranno gli ‘amici a distanza’ del nostro plesso.
Si ringraziano infinitamente i genitori del Comitato Festa, il Comitato Genitori della scuola, i volontari della Protezione Civile che preziosamente aiutano lo svolgersi della manifestazione, le Autorità e a tutti si augurano Buone Feste e Buon Anno Nuovo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Il Sistema Solare

Quest’anno l’insegnante Bascetta e gli alunni della 5B della scuola elementare “G. Falcone” di Funo hanno affrontato lo studio del Sistema Solare e dei pianeti che ne fanno parte.

Per capire meglio le dimensioni dei pianeti e del sole è stato preso spunto dall’argomento trattato in geometria: la riduzione in scala.

Dapprima gli alunni si sono esercitati sul quaderno eseguendo riduzioni in scala di semplici disegni; poi tenendo conto delle misure dei diametri dei pianeti e del Sole, hanno valutato che per rappresentarli  su un foglio avrebbero dovuto usare una scala numerica molto elevata. Così con successivi passaggi e osservazioni il diametro di ciascun corpo celeste è stato ridotto di 1.000.000.000 di volte. Naturalmente, non sono mancati riferimenti alla circonferenza, al  diametro e al raggio di un cerchio, che saranno oggetto di studio dei prossimi mesi.

Ma come disegnare il Sole con un diametro di 1,40 m circa? Non avendo un compasso adatto, gli alunni hanno trovato loro stessi una soluzione  e, anche se in modo un pò artigianale, il Sole è stato disegnato; per i pianeti invece il comune compasso è stato più che sufficiente. L’attività è stata poi completata colorando il Sole in piccolo gruppo e in tutta tranquillità.

Anche la lingua inglese è stata presa in causa; gli alunni hanno conosciuto i nomi  dei pianeti  nella seconda lingua e hanno voluto riproporre gli stessi sul cartellone. Gli alunni hanno lavorato  in maniera attiva e sotto forma laboratoriale hanno vissuto l’apprendimento non come fine a se stesso ma lo hanno applicato alla costruzione di un progetto, trasformando così la loro conoscenza in competenza.

  • La sinagoga

Le classi 4C e 5A del plesso “G. Falcone”, al termine di un percorso didattico, che ha rivestito carattere di multidisciplinarietà, martedì 8 novembre 2016 si sono recate in visita alla Sinagoga di Bologna.

Dopo un saluto del rabbino capo dott. Alberto Sermoneta, la prof.ssa Polacco ha illustrato la Sinagoga nelle singole componenti e funzioni, rispondendo anche a domande degli alunni.

L’attività didattica, svolta con interesse e partecipazione dagli allievi, ha visto come momento di conclusione e verifica la realizzazione di questa presentazione da pubblicare sul sito dell’Istituto per condividere l’esperienza.

Classi 4C e 5A

  • Che bella la terra!

“Guarda che bella la terra… Il nostro sogno sarà farla rimanere così com’è!”.

Abbiamo cantato e animato questa canzone con un fantastico coro costituito da più di 300 bambini il pomeriggio di Giovedì 26 Maggio, giorno in cui si è tenuta nel giardino della scuola Primaria “Falcone” di Funo la festa di fine anno scolastico. Pensata intorno al tema: “Amica Terra”, la festa ha visto la partecipazione dei bambini, delle insegnanti e delle famiglie in un grande clima di collaborazione, permettendo la realizzazione di laboratori, attività artistiche, pittoriche, motorie e di lingua inglese, con la mostra dei lavori svolti dai bambini ed una merenda tematica costituita di cibi tipici della nostra terra. Il momento clou della festa è stato comunque, come gli anni scorsi, quando i bambini sono stati invitati tutti insieme a lanciare in cielo una marea multicolore di palloncini contententi un bigliettino augurale scritto con le loro mani.

Una festa dedicata a prenderci cura del nostro pianeta, e che non sarebbe stata possibile senza il grande impegno e collaborazione dei genitori del Comitato Festa, che hanno contribuito ad ideare e realizzare il tutto, svolgendo anche laboratori artistici pomeridiani in cui i bambini hanno realizzato splendidi vasetti decorati. Questi vasetti sono poi stati posti in vendita alla Notte Bianca di Funo di sabato 4 giugno nello stand da loro predisposto. A loro un grande grazie!

Ringraziamo infine sentitamente tutti coloro che ci hanno aiutato a realizzare la nostra festa: il Centro Sociale di Funo, la Pro Loco, il lettore Michael Hughes per il progetto “Lettorato in inglese”, l’associazione Clorofilla, la cooperativa La Venenta, le scuole di ballo “Studio Personal Pilates ASD”, e “Il mondo del ballo”, l’Avis, l’Amministrazione Comunale, la società Dussman, il gelataio “GelatoMania” che ha donato alla scuola il ricavato del gelato offerto durante la merenda, la Polisportiva di Funo, le collaboratrici scolastiche, tutte le insegnanti e gli insegnanti e, non per ultima, la nostra Dirigente Scolastica.

E un grande arrivederci al prossimo anno!

Il Comitato Festa della scuola primaria “G. Falcone”

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Mi chiamo Giovanni
“Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana”.
(Giovanni Falcone)
Le classi 5 A, B e C della scuola “Giovanni Falcone” di Funo hanno presentato “Mi chiamo Giovanni” (sceneggiatura ispirata alla vita di Giovanni Falcone) col supporto di tutte le insegnanti di classe.
Mi chiamo Giovanni

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • La I A della “G. Falcone2 allo School Maker Day 2016

Sabato 30 Aprile presso l’Opificio Golinelli a Bologna si è tenuta la prima edizione di School Maker Day evento dedicato al making il cui intento è quello di stimolare il confronto tra le scuole attraverso la narrazione delle esperienze, la presentazione dei progetti e dei prototipi realizzati e attraverso i laboratori guidati su argomenti di base ed avanzati. Nel mondo della scuola stanno infatti emergendo nuovi modelli di progettazione e di pensiero che introducono tecnologia ed innovazione.
Accanto alle lezioni frontali, ai libri di testo, alle nozioni e ai compiti in classe, la cultura dei Maker si sta facendo strada nella vita scolastica.
E’ un modo di apprendere legato alla valorizzazione del Fare e del Pensare; è un approccio che cambia le regole e rivede i ruoli portando a ragionare per progetti e non per discipline, in una scuola in cui alunni e insegnanti si pongono a pari livello, privilegiando creatività e collaborazione.
Ma questo modello è interessante non solo per gli istituti tecnici: in ogni tipo di scuola e ad ogni età l’approccio del Fare incoraggia gli alunni a mettersi in gioco e sviluppare la propria creatività. Al termine del convegno numerose scuole hanno presentato i loro progetti in una esposizione che è stata occasione di confronto e scambio di idee. I progetti presentati sono il risultato di attività didattiche curricolari, progetti extracurricolari o esperienze di singoli alunni.
Come in una vera fiera per Maker, in un’area dedicata, ognuna delle 30 scuole selezionate tra quelle di ogni ordine e grado di tutta la regione, ha potuto disporre di un banco di esposizione; tra queste anche l’I.C. Argelato presente con la classe I A della scuola primaria “G. Falcone” di Funo, guidata dalle insegnanti Rosalinda Ierardi e Donatella Margarito con il progetto “Code my name: dall’alfabeto al codice binario in un braccialetto

E’ possibile visionare l’attività presentata dalla I A sul post pubblicato nel blog di classe ABC: Alfabeti, Bit e Creatività.

Alla manifestazione hanno partecipato alcuni alunni con le loro famiglie e tanti sono stati i visitatori che si sono fermati per avere informazioni sul progetto presentato, tant’è che alla fine, visto l’alto numero di richieste, il banco espositivo è diventato base per un workshop in cui si poteva scoprire il codice binario dell’iniziale del proprio nome e produrre il proprio braccialetto personalizzato.

  • M’illumino di meno

La classe 2 A della scuola “G. Falcone” guidata dalle insegnanti Elena Manfredini e Caterina Romeo, ha partecipato alla Giornata del risparmio energetico con diverse attività. Gli alunni dopo aver letto, discusso ed approvato, le dieci regole sul risparmio energetico promosse dal Protocollo di Kyoto, hanno composto i seguenti elaborati:

Per concludere il lavoro i ragazzi hanno anche preparato questo cartellone che hanno appeso in classe:

IMG_7065

 

Alla sera alcuni di loro si sono recati in Piazza Della Resistenza ad assistere allo spettatolo di Giochi di fuoco e al volo delle lanterne.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

  • Lo scorso 24 Novembre 2015 l’insegnante Rosalinda Ierardi ha ricevuto un attestato di merito e un piccolo premio in denaro per il concorso regionale “Coding e Stampa 3D a scuola: attività didattiche e idee innovative in Emilia Romagna” indetto da AICA Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico e dall’USR E-R Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna.

Le bambine della ex classe V C dell’anno scolastico 2014/2015 che frequentavano le ore di Attività Alternativa, guidate dall’ins. Ierardi, hanno realizzato attraverso un’attività didattica legata al coding, programmazione informatica, un’animazione digitale dal titolo “C come Cuore C come Coding“.

La cifra ricevuta sarà finalizzata all’acquisto di strumentazioni digitali da utilizzare per attività di coding e introduzione al pensiero computazionale.

Concorso "Coding e Stampa 3 D a scuola" 2014/2015 attestato istituto

Concorso “Coding e Stampa 3 D a scuola” 2014/2015 attestato istituto

 

Concorso "Coding e Stampa 3 D a scuola" 2014/2015 attestato ins. Ierardi Rosalinda

Concorso “Coding e Stampa 3 D a scuola” 2014/2015 attestato ins. Ierardi Rosalinda

 

 

L’elaborato multimediale vincitore si è inserito come conclusione di un lavoro più ampio realizzato dalle classi quinte della scuola primaria “G. Falcone” nell’anno scolastico 2014/2015, nato dalla collaborazione con la ONLUS Bentivoglio Cuore , sui temi inerenti il corpo umano e in particolare la cellula, il sistema cardiocircolatorio e quello scheletrico.

  • Festa di fine anno 2014/2015 alla scuola primaria “G. Falcone” di Funo
  • Mostra di disegni degli alunni della 1^ B della Scuola primaria di Funo
    Sabato 16 Maggio 2015, alle ore 10.30, gli alunni della classe 1^B della Scuola primaria di Funo, hanno esposto i loro disegni realizzati durante il percorso di lettura “Maestra, ti racconto una storia…” Tale percorso è stato attivato a partire dal mese di gennaio e ha avuto come obiettivo quello di suscitare un approccio positivo nei confronti del libro e promuovere l’interesse verso la lettura e il piacere di esercitarla.
    Ogni alunno, nel rispetto dei propri tempi e dei propri interessi, ha scelto di volta in volta un libro della biblioteca di classe da leggere insieme ai genitori per poi narrarlo all’insegnante.
    L’interesse è stato immediato e ha contagiato pian piano tutta la classe fino ad alimentare una vera e propria “passione del narratore”.
    Per ogni libro letto ogni bambino, inoltre, ha raccontato il momento di ciascuna storia che maggiormente lo ha colpito attraverso un disegno corredato da una didascalia.
    Nel corso della mattinata alla presenza di genitori, nonni, delle loro insegnanti, del Dirigente scolastico dott.ssa Maria Rosa Borghi e il Sindaco dott.ssa Claudia Muzic, alcuni bambini hanno letto la storia “A spasso col mostro” di  Julia Donaldson e Axel Scheffler .
    L’intero percorso è stato possibile grazie alla preziosa collaborazione dei genitori e al prestito librario curato e periodicamente aggiornato, nel rispetto dei gusti e delle preferenze di ciascun bambino, dalla dott.ssa Giulia Bandini, la nostra bibliotecaria di Funo.

    L’insegnante
    Rosa Trungadi

…e la maestra ha ascoltato ogni storia.
E ad ogni racconto si è incantata,
emozionata, sorpresa, divertita, rilassata…

cuore
Grazie bambini per l’entusiasmo che mi avete trasmesso.

La maestra Rosa

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Festa di fine anno scolastico 2014/2015 alla scuola primaria di Funo
  • Fantastica esperienza della classe 4 A della scuola Primaria di Funo:
    sabato 11 aprile 2015 gli alunni della classe 4 A sono stati ospiti dell’Istituto Keynes di Castel Maggiore per poter effettuare un laboratorio di chimica, organizzato con grande efficienza ed entusiasmo dalla prof.ssa Farolfi, mamma di un nostro alunno.
    La tematica è stata inerente allo studio della civiltà egizia, il titolo del percorso era “La falsa scienza degli Egizi”.
    Auspicando per il futuro altre iniziative del genere, che vedano coinvolti ordini diversi di scuola, ringrazio sentitamente la Dirigente dott.ssa Cortesi, la Dirigente dott.ssa Borghi, la prof.ssa/mamma Catherine Farolfi, i professori che ci hanno accolto calorosamente e ci hanno messo a disposizione strutture e materiali, i ragazzi dell’Istituto che ci hanno omaggiati di vari gadget e ci hanno fatto una presentazione introduttiva molto significativa, i genitori che ci hanno affiancato in questa esperienza.
    L’insegnante Anna Rosa Petrizzi, a nome degli alunni di 4A

  • Mostra della Flotta Fenicia 800 a.C.Un’altra civiltà che stiamo studiando è quella Fenicia. Abbiamo appreso che erano esperti nel commercio marittimo e perciò abili navigatori. Durante le vacanze Pasquali , dietro suggerimento della maestra, ognuno di noi ha realizzato con l’aiuto di genitori, nonni, cugini … una “nave” Fenicia utilizzando materiale vario: das, plastilina, pasta di sale, pongo, cannucce, rametti, stuzzicadenti, cucchiaini, stoffa, carta, spago. Infine con l’aiuto delle dade , abbiamo allestito una mostra nell’atrio della scuola.Gli Alunni della Classe IV B Scuola Primaria “G.Falcone” Funo
  • I nostri FALSI… AUTENTICI papiri d’autore.Realizzato dall’insegnante Maddalena Valenzano con la classe IV B nell’a.s. 2014/2015.Quest’anno abbiamo studiato varie civiltà antiche tra cui quella egizia che ci ha particolarmente colpito. Gli Egizi erano divisi in classi sociali. In grande considerazione erano tenuti gli scribi. Gli scribi, gli incaricati della scrittura, registravano le merci, i tributi su “speciali” fogli. Fogli non di carta, bensì ricavati dalla pianta del papiro, una specie di canna che cresce sulle sponde del “sacro” Nilo. Un carattere molto usato era quello geroglifico. Questa scrittura aveva uno scopo religioso, mentre per registrare le merci si usava una forma di scrittura più semplice, quella ieratica.REALIZZAZIONE. A scuola ci siamo procurati delle garze che abbiamo tagliato a strisce e poggiate su un cartoncino. Con un pennello vi abbiamo steso della colla vinilica precedentemente miscelata con un po’ di caffè. Le abbiamo lasciate asciugare e, dopo qualche giorno, ognuno di noi ha disegnato una divinità o un faraone e di fianco abbiamo scritto il nostro nome con i caratteri geroglifici. Abbiamo utilizzato pastelli a cera, a olio e gessetti. Infine la maestra ha fissato il tutto con la lacca per capelli!Gli Alunni della Classe IV B Scuola Primaria “G.Falcone” Funo

FESTA di NATALE 2014 della scuola primaria “G. Falcone”

Le insegnanti e il Comitato Festa desiderano ringraziare vivamente quanti hanno  collaborato per la buona riuscita della Festa di Natale 2014, che si è tenuta il 15 Dicembre, all’interno del Palafuno messoci a disposizione dall’Ente Locale.

L’ampio spazio ha permesso ai presenti di avere una buona visibilità delle tante iniziative proposte: esibizione canora degli alunni, spettacolo di intrattenimento di Federico Benuzzi (Fisica Sognante) offerto dal Centro Sociale, Babbo Natale pesca la sorpresa, bancarelle con manufatti e lotteria.

Scopo della festa era condividere con gli alunni e le loro famiglie, il Natale, ma anche raccogliere fondi destinati in parte all’acquisto di strumentazioni tecnologiche per la nostra scuola, in parte all’associazione di volontariato del territorio “Bentivoglio Cuore” e in parte alla raccolta fondi promossa dall’Istituto Keynes per sostenere la famiglia colpita da un grave lutto.

Lo scopo è stato raggiunto pienamente grazie all’intensa collaborazione e partecipazione delle Famiglie, al supporto dell’Istituto Comprensivo, del Comune, della Proloco, della Parrocchia, dei Commercianti, del Centro Sociale e degli anziani volontari.

Un caloroso GRAZIE A TUTTI!

Le insegnanti e il Comitato Festa

 Il video della festa al Palafuno

La festa a scuola

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Le altre foto della festa al Palafuno

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Il progetto “25 anni di Diritti” è stato regolarmente inserito nel POF del corrente anno scolastico. Riguarda il venticinquennale della promulgazione della Convenzione Internazionale dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti, nota anche con l’acronimo CRC (Children Right Convention).

L’insegnante Monica Scarpitta con la classe 2° C della scuola primaria “G. Falcone” di Funo ha preparato un progetto, in collaborazione con la sede Unicef Bologna adatto al primo ciclo della Scuola Primaria, ma può essere realizzato anche in classi terze. Anche altre classi lo hanno richiesto e si può estendere.

Attraverso giochi, filmati, conversazioni, laboratori partecipati le volontarie Unicef hanno presentato ai bambini Unicef, la sua mission, il suo logo e l’acronimo. I loro diritti, partendo dalla scoperta della parola stessa per arrivare a conoscere i principali articoli che li riguardano, quelli immediati, vivibili nel quotidiano (gli articoli sono 54, alcuni investono più l’aspetto giuridico-legale e sono di difficile comprensione alla Scuola Primaria). Sono stati svolti due incontri di due ore ciascuno (dalle 9.00 alle 11.00) nelle mattinate di 25 novembre e 2 dicembre scorsi. La partecipazione degli alunni è stata importante, si sono divertiti e hanno appreso valori fondamentali e la necessità che la “loro età” sia protetta in modo particolare dagli adulti a tutti i livelli. Al termine dei giochi le volontarie hanno lasciato gadget Unicef ai bambini.

 

  • In occasione della “Notte bianca a Funo” i genitori del Comitato Festa della scuola primaria “G. Falcone” insieme ad alcune docenti hanno allestito un banchetto dedicato alla nostra scuola; ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato e soprattutto quelli che sono passati a trovarci lasciando il loro contributo!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

  • Progetto “Arte e Natura” a.s. 2013/2014 (di prossima pubblicazione)
  • Festa di fine anno alla scuola primaria “G. Falcone” – Ringraziamenti

Giovedì 29 maggio scorso si è tenuta la festa di fine anno della scuola primaria “G. Falcone” di Funo di Argelato.

Le insegnanti e i collaboratori scolastici del plesso ringraziano, per la partecipazione, il supporto e l’aiuto nell’allestimento della festa, tutti i genitori che, con impegno e dedizione, hanno contribuito alla sua riuscita.

Ringraziamo il Comitato Festa per l’impegno profuso e il senso di appartenenza alla scuola che ha sempre manifestato e costituisce una forza insostituibile per costruire un comune percorso di crescita e miglioramento.

Ringraziamo inoltre per la collaborazione: i nonni, la parrocchia di Funo, la Cooperativa Venenta, Gelatomania, il Comune e il Centro Sociale Funo e auspichiamo la prosecuzione di questa proficua esperienza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Museo paleontologico III A

Nel laboratorio di costruzione di fossili realizzato dalla classe III A della scuola primaria di Funo con la guida della maestra Anna Rosa Petrizzi, si è coniugato l’aspetto tecnico-scientifico a quello espressivo-creativo.

Dalla ricerca di elementi naturali che potessero essere oggetto di fossilizzazione (ossa, foglie, rami, gusci,…) si è passati alla fase di realizzazione di simil-fossili con creta e gesso.

Una volta seccati ognuno di essi è stato accompagnato da un cartellino-scheda tecnica con verosimili informazioni relative a dinosauri di fantasia.

Con grande orgoglio ed energia, sono stati esposti in un angolo dell’aula-pittura, illudendoci di ricreare un piccolo museo; ma i tanti complimenti ci hanno fatto pensare che la nostra idea era stata divertente e molto gradita.

Museo paleontologico III A a.s. 2013/2014 Falcone

 

  • Le nostre maschere di Tutankamon

Le classi IV A e IV C in raccordo al programma di storia, per la ricorrenza del Carnevale, hanno realizzato delle maschere in carta pesta che riprendono le forme di quella funeraria in oro massiccio appartenuta al faraone Tutankamon.

Gli alunni, guidati dalle docenti Mirella Facchini e Rosalinda Ierardi e con la collaborazione del resto del team, hanno svolto da soli tutte le fasi della realizzazione dei manufatti, dall’attaccatura delle strisce ritagliate da vecchi quotidiani, alla decorazione prima con uno strato di tempera bianca e poi con uno di tempera dorata ad effetto metallizzato.

I bambini della 2° B della scuola primaria G. Falcone di Funo insieme alla maestra Sabrina Bascetta, hanno realizzato un piccolo quadretto che raffigura l’albero di inverno.

Ma come rappresentare il freddo? Con il colore bianco? Con il cotone? Alla fine abbiamo scelto la carta stagnola che rievoca il freddo del ghiaccio e della neve. Così dapprima i bimbi hanno colorato con i pastelli uno sfondo ricco di sfumature, come è il cielo di inverno; l’albero invece è stato decorato con pezzettini di carta stagnola lisci, arrotolati con le mani o stropicciati, che sono stati incollati sulla sagoma dell’albero per dar forma al tronco e ai rami.

Il lavoro completo è stato poi incollato su un cartoncino color avorio per darne maggiore risalto.

 

 

 

 


 

  • “Che ora è” laboratorio multidisciplinare a classi aperte di storia, musica, immagine e tecnologia, sull’individuazione dell’ora esatta dall’uomo primitivo a oggi, realizzato dalle classi II A, II B e II C nell’a.s. 2011/2012

 

  • “Gioca-suono” laboratorio didattico multidisciplinare sulle scienze fisiche e matematiche e la musica, realizzato dalle classi II A, II B e II C a.s. 2011/2012 tramite il progetto “Laboratorio in valigia” del Muse del Cielo e della Terra di San Giovanni in Persiceto (Bo) che ha avvicinato i bambini al tema della musica come scoperta di suoni e rumori per organizzare i primi concerti.

Lavoro didattico multidisciplinare sperimentale che ha previsto lo studio della storia dell’arte e della storia della musica in parallelo alla programmazione di storia, realizzato dalla classe III C a.s. 2010/2011.

Sito statico di didattica multidisciplinare realizzato ai fini del superamento dell’anno di prova di immissione in ruolo della docente Rosalinda Ierardi con la classe IV B  Il Tangram della IV B .Tema del sito è il gioco del Tangram che permette di affrontare alcuni principi base della geometria piana e dell’aritmetica, accostati all’educazione all’immagine e alla tecnologia.