CODICE MECCANOGRAFICO: boic833002 - TEL.: +39 051 6630611 - FAX: 051 6633468 - MAIL: boic833002@istruzione.it - PEC: boic833002@pec.istruzione.it - C.F. : 91200110376 CODICE UNIVOCO PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA: UF28K8

STATE TRANQUILLI: stiamo lavorando per una scuola sicura e attiva in un’ottica di comunità

  • Considerato che l’Ente Locale ha ottenuto finanziamenti importanti per lavori di adeguamento sismico per la sicurezza di alunni ed operatori scolastici,
  • Considerato che il Dirigente Scolastico è responsabile diretto, in termini civili e penali, in materia di sicurezza nella scuola,
  • Considerato che tra la fine dell’anno scolastico in corso e l’inizio del prossimo intercorrono poco più di 90 giorni e i lavori dovranno essere terminati entro questi ultimi, per poter riaprire la scuola regolarmente a settembre,
  • Viste le numerose attrezzature e materiali tecnologici, digitali e non, da rimuovere e mettere in sicurezza in altra sede,
  • Visti i furti avvenuti negli ultimi anni,
  • Considerato che  il Dirigente Scolastico, attualmente ed entro l’avvio del prossimo anno scolastico, dovrà gestire le conseguenze di quattro cantieri in comuni diversi,
  • Visto che la messa in sicurezza riguarda  TUTTO l’edificio scolastico della scuola primaria di Funo, compresa una sezione della scuola dell’infanzia e la palestra
  • Visto  che solo chi opera all’interno dei plessi può intervenire nel riordino per motivi di sicurezza, assicurativi, di privacy, operativi e di collocazione,
  • Considerato che si sono avvisate per tempo le famiglie,
  • Considerato che anche il Consiglio d’Istituto, formato da genitori tutti di Funo e quindi personalmente coinvolti dai cambiamenti, ha approvato all’unanimità, perché non si sono prospettate soluzioni meno invasive,
  • Visto che si sono tenute in massima considerazione le famiglie degli alunni e gli impegni lavorativi dei genitori, prevedendo giorni non tutti consecutivi,
  • Considerato  che si devono svolgere anche gli scrutini finali che non possono avvenire tutti alla primaria di Argelato per ovvi motivi didattici, valutativi, strumentali e logistici
  • Considerato il Contratto Collettivo Nazionale Lavoro dei docenti e la Contrattazione Integrativa d’Istituto,
  • Visto che le polemiche sono dannose per chi le avvia, per chi le riceve e per gli alunni, in quanto  gli elementi da considerare sono numerosi e non a tutti noti,

Il Dirigente Scolastico

auspica una collaborazione fattiva nel comprendere i reali motivi e le  tempistiche della ristrutturazione con la conseguente  variazione degli orari, finalizzati al consentire l’avvio dei lavori a partire dall’ 8 giugno, senza ricorrere ad alcuna giornata di chiusura scolastica.

Il Dirigente Scolastico

dott.ssa Maria Rosa Borghi

 

Postato in Senza categoria.